Cerca
  • Corrado Staid

King trionfa ancora. Nuovo campione italiano.


16 aprile, Bologna: siamo nello storico teatro Centofiori quando vediamo disputare lo show "Jackpot - Tutto in Palio" della promotion Wrestling Megastar. Quando l’arbitro Enrico Petrelli ha segnato il conto di tre durante il main event King Danza ha sconfitto Cannonball Jason e sollevato trionfante la cintura di campione italiano assoluto della federazione.

In accordo con la stampa e con i fan più appassionati, tra i meriti maggiori di King Danza c’è l’essere fervorosi nell’azione, che non significa solamente dinamismo, ma perseveranza, tenacia, ostinazione nelle iniziative intraprese e quest’ultimo non ha mai lasciato nulla a metà, applicando appieno le parole di Churcill: “ E’ inutile dire: facciamo del nostro meglio. Dovete riuscire a fare quello che è necessario”.





L’ha fatto!

La vita è composta da tre tipi di persone: quelle che lavorano e si impegnano, quelle che sanno solo sognare e quelle che lavorano e si impegnano per realizzare i loro sogni, riuscendovi. King Danza appartiene a questo terzo tipo di persone.

Affiancato dal suo team, Danza si é congedato dal pubblico con le tipiche provocazioni e movenze che lo hanno reso famoso nel mondo del wrestling professionistico, portando con sè l'agognato e meritato premio.




Il quotidiano Leggo ripercorrere la vita di King Danza proprio il giorno dopo la sua vittoria: “La carriera di Danza è iniziata nel 2006 con la leggenda Ultimo Dragon per poi procedere a gonfie vele in tutta Europa nel grande roster della NWE, dove ha lavorato persino con Ultimate Warrior. Dopo essersi esibito in tutto il mondo, nel 2015 ha debuttato in WWE, la federazione più importante di tutti i tempi nel pay per view “Royal Rumble”, davanti 18.000 persone.”

Anche Il Corriere della Sera omaggiando Danza , scrive: “ La sua abilità di intrattenitore è stata notata anche nel mondo del cinema: King Danza fa subito colpo sui Manetti Bros., che lo coinvolgono per la serie L'Ispettore Coliandro e il film Ammore e Malavita.

Una serie di gravissimi infortuni però ha rallentato il percorso sportivo che Danza si era prefissato in giovane età. Superando ogni ostacolo è riuscito comunque a realizzare i suoi sogni e oggi è uno dei pochi a rappresentare il wrestling italiano professionistico.”

Il messaggio di King Danza risuona sempre quindi chiaro: anche quando sembra impossibile, bisogna combattere per risollevarsi e far valere il proprio talento.





34 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti